DOMENICA IN FAMIGLIA 15 MARZO 2020

Parrocchia del Crocifisso (Sant’Andrea dell’Ausa)

DOMENICA 15 MARZO 2020 – Domenica della samaritana


PREGHIERA IN CASA

Si può preparare l’ambiente mettendo in evidenza un’immagine sacra o la Bibbia e accendendo la candela; è bene che tutto sia ordinato, che ci sia uno “stacco” dalle cose ordinarie di casa per accogliere il Signore che viene in mezzo a noi.

Se ci sono dei bambini e se ne ha la possibilità si può scaricare, stampare e colorare l’immagine corrispondente al vangelo della samaritana (si trova in fondo a questa pagina)

G=Guida/Genitori
T= Tutti
F= Figlio/a 


INIZIAMO

CANTO (facoltativo): ascoltiamo/cantiamo “Dall’aurora al tramonto”  (forse inizia dopo alcuni secondi di pubblicità)

G: Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

T: Amen

G: Vieni, Signore, in mezzo a noi che oggi celebriamo il giorno della tua risurrezione.

T: Vieni, Signore

G: Anche se oggi non possiamo andare in Chiesa, questo non è un giorno come gli altri giorni; oggi è la domenica, il giorno di Gesù risorto, della nuova creazione, il giorno in cui ricordiamo il nostro battesimo, il giorno in cui tu fai nuove tutte le cose.

T: Vieni, Signore e rendici nuovi con te.


G: Gesù ha detto: “Dove sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro”. Il Signore è qui in mezzo a noi, nella nostra casa. Riconosciamo i segni della sua presenza ringraziando il Signore per le cose belle che ci ha donato in questa settimana.

Iniziando dai genitori, ognuno può dire semplicemente uno o più cose belle che in questa settimana sono successe e che ci testimoniano la presenza del Signore accanto a noi.

G: Forse durante questa settimana non ci siamo sempre comportati come discepoli e amici di Gesù. Possiamo chiedere perdono al Signore e, se c’è bisogno, possiamo chiederci perdono anche fra noi.

Iniziando dai genitori possiamo fare un breve esame di coscienza e chiedere perdono al Signore.

G e T:     

Signore, pietà / Signore, pietà

Cristo, pietà / Cristo, pietà.

Signore, pietà / Signore, pietà.


ASCOLTIAMO

G: Leggiamo ora il vangelo di questa domenica che ci racconta l’incontro di Gesù con la donna Samaritana al pozzo di Sicar:

F: Dal Vangelo secondo Giovanni  (Gv 4,5-42)

In quel tempo, Gesù giunse a una città della Samarìa chiamata Sicar, vicina al terreno che Giacobbe aveva dato a Giuseppe suo figlio: qui c’era un pozzo di Giacobbe.
Gesù dunque, affaticato per il viaggio, sedeva presso il pozzo. Era circa mezzogiorno. Giunge una donna samaritana ad attingere acqua.

Le dice Gesù: «Dammi da bere». I suoi discepoli erano andati in città a fare provvista di cibi.
Allora la donna samaritana gli dice: «Come mai tu, che sei giudeo, chiedi da bere a me, che sono una donna samaritana?». I Giudei infatti non hanno rapporti con i Samaritani.
Gesù le risponde: «Se tu conoscessi il dono di Dio e chi è colui che ti dice: “Dammi da bere!”, tu avresti chiesto a lui ed egli ti avrebbe dato acqua viva».
Gli dice la donna: «Signore, non hai un secchio e il pozzo è profondo; da dove prendi dunque quest’acqua viva? Sei tu forse più grande del nostro padre Giacobbe, che ci diede il pozzo e ne bevve lui con i suoi figli e il suo bestiame?».
Gesù le risponde: «Chiunque beve di quest’acqua avrà di nuovo sete; ma chi berrà dell’acqua che io gli darò, non avrà più sete in eterno. Anzi, l’acqua che io gli darò diventerà in lui una sorgente d’acqua che zampilla per la vita eterna».
«Signore – gli dice la donna –, dammi quest’acqua, perché io non abbia più sete e non continui a venire qui ad attingere acqua».

Le dice: «Va’ a chiamare tuo marito e ritorna qui». Gli risponde la donna: «Io non ho marito».
Le dice Gesù: «Hai detto bene: “Io non ho marito”. Infatti hai avuto cinque mariti e quello che hai ora non è tuo marito; in questo hai detto il vero».
Gli replica la donna: «Signore, vedo che tu sei un profeta! I nostri padri hanno adorato su questo monte; voi invece dite che è a Gerusalemme il luogo in cui bisogna adorare».
Gesù le dice: «Credimi, donna, viene l’ora in cui né su questo monte né a Gerusalemme adorerete il Padre. Voi adorate ciò che non conoscete, noi adoriamo ciò che conosciamo, perché la salvezza viene dai Giudei. Ma viene l’ora – ed è questa – in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità: così infatti il Padre vuole che siano quelli che lo adorano. Dio è spirito, e quelli che lo adorano devono adorare in spirito e verità».
Gli rispose la donna: «So che deve venire il Messia, chiamato Cristo: quando egli verrà, ci annuncerà ogni cosa».
Le dice Gesù: «Sono io, che parlo con te». In quel momento giunsero i suoi discepoli e si meravigliavano che parlasse con una donna. Nessuno tuttavia disse: «Che cosa cerchi?», o: «Di che cosa parli con lei?».

La donna intanto lasciò la sua anfora, andò in città e disse alla gente: «Venite a vedere un uomo che mi ha detto tutto quello che ho fatto. Che sia lui il Cristo?». Uscirono dalla città e andavano da lui.
Intanto i discepoli lo pregavano: «Rabbì, mangia». Ma egli rispose loro: «Io ho da mangiare un cibo che voi non conoscete». E i discepoli si domandavano l’un l’altro: «Qualcuno gli ha forse portato da mangiare?».
Gesù disse loro: «Il mio cibo è fare la volontà di colui che mi ha mandato e compiere la sua opera. Voi non dite forse: ancora quattro mesi e poi viene la mietitura? Ecco, io vi dico: alzate i vostri occhi e guardate i campi che già biondeggiano per la mietitura. Chi miete riceve il salario e raccoglie frutto per la vita eterna, perché chi semina gioisca insieme a chi miete. In questo infatti si dimostra vero il proverbio: uno semina e l’altro miete. Io vi ho mandati a mietere ciò per cui non avete faticato; altri hanno faticato e voi siete subentrati nella loro fatica».

Molti Samaritani di quella città credettero in lui per la parola della donna, che testimoniava: «Mi ha detto tutto quello che ho fatto». E quando i Samaritani giunsero da lui, lo pregavano di rimanere da loro ed egli rimase là due giorni. Molti di più credettero per la sua parola e alla donna dicevano: «Non è più per i tuoi discorsi che noi crediamo, ma perché noi stessi abbiamo udito e sappiamo che questi è veramente il salvatore del mondo».

Parola del Signore.

T: Lode a te, o Cristo.


Dopo un breve momento di silenzio, ognuno può condividere con gli altri quello che lo ha colpito di questo brano del Vangelo. Se può essere utile, per il confronto, si può usare questa traccia. Possiamo chiederci:

– “… un’acqua viva che toglie la sete”: di cosa sta parlando Gesù? Come fa a darcela?

– Cosa vuol dire per noi “adorare il Padre in spirito e verità”?

– La Samaritana dice a tutti che Gesù è il Messia; e noi come possiamo dire a tutti che Gesù è il Messia?


PREGHIAMO

G: Dopo aver ascoltato la parola che Dio ha voluto rivolgerci oggi, anche noi rivolgiamo a Dio la nostra preghiera dicendo: Ascoltaci Signore!

– Per la Chiesa di Dio, per il Papa, per il nostro Vescovo e per tutte le nostre parrocchie. Preghiamo

– Perché finisca cessare presto questa epidemia. Preghiamo

– Per la pace nel mondo, soprattutto per la Siria, e per tutti i profughi. Preghiamo

– Per i medici, gli infermieri, i volontari e le forze dell’ordine perché siano rafforzati nella loro missione. Preghiamo

– Per coloro che hanno compiti di governo perché compiano le scelte migliori per il bene di tutti. Preghiamo

– Per la nostra famiglia perché il Signore le conceda salute e pace. Preghiamo

– Per tutti coloro che hanno paura, perché il Signore li consoli. Preghiamo

– Per tutti coloro che hanno timore di perdere il loro lavoro. Preghiamo

– Per i nostri morti. Preghiamo

Si possono aggiungere anche altre preghiere.

G: Preghiamo insieme con la preghiera che Gesù ci ha insegnato, quella in cui ci insegna ad adorare il Padre in spirito e verità.

Padre nostro …

G: Dio misericordioso, fonte di ogni bene, tu ci hai proposto a rimedio del peccato il digiuno, la preghiera e le opere di carità fraterna; guarda a noi che riconosciamo la nostra miseria e, poiché ci opprime il peso delle nostre colpe, ci sollevi la tua misericordia. Per Cristo nostro Signore.

T: Amen


CONCLUDIAMO

G: Il Signore ci benedica e ci protegga.

T: Amen

G: Faccia splendere il suo volto su di noi e ci doni la sua misericordia.

T: Amen

G: Rivolga su di noi il suo sguardo e ci doni la sua pace.

T: Amen

 

 

 

Messa in streaming

ISTRUZIONI PER SEGUIRE LA MESSA IN STREAMING

La diretta della Messa (celebrata a porte chiuse e senza fedeli, come da disposizione del Vescovo) ci sarà a partire dalle ore 10,30

 

Per visualizzarlo su SMART TV, PC: accedere al canale YouTube della Parrocchia del Crocifisso

(oppure dall’APP sul vostro cellulare/tablet disponibile gratuitamente per iOS e Android e cercare “PARROCCHIA DEL CROCIFISSO RIMINI”)

Il video con la Messa rimarrà salvato sul canale YouTube e quindi potrà essere rivisto successivamente.

E’ la prima volta che sperimentiamo questa cosa, quindi è possibile che ci sia qualche disagio: vi chiediamo di avere pazienza… abbiamo una squadra di persone che stanno lavorando perché tutto sia funzionante al meglio.

Un passo avanti nella comunità… anche tramite il web!

NOI del Crocifisso | Febbraio-Marzo 2020

“NOI del Crocifisso” – Giornalino della Parrocchia del Crocifisso
Numero 19 – Febbraio-Marzo 2020 (Anno Pastorale 2019-2020)

Leggi il giornalino

In questo numero:

  • Speciale su Sandra Sabattini
  • C’è Posta per te
  • Che scoperta! (la Tana di Winnie The Pooh)
  • Esercizi Spirituali Parrocchiali

Quaresima 2020

Oggi è il Mercoledì delle Ceneri e con oggi inizia il tempo della Quar…esima!

Le disposizioni della Diocesi dovute al Coronavirus non permettono la celebrazione di questa Liturgia, però don Renato e don Eugenio ci propongono con questo video una riflessione ed alcuni impegni per questa Quaresima…
Buona visione 💻 !

E’ possibile scaricare anche QUESTA TRACCIA preparata per PREGARE in famiglia il MERCOLEDI’ delle CENERI.

NOI del Crocifisso | Gennaio 2020

“NOI del Crocifisso” – Giornalino della Parrocchia del Crocifisso
Numero 18 – Gennaio 2020 (Anno Pastorale 2019-2020)

Leggi il giornalino

In questo numero:

  • Incontrarsi di don Renato
  • Che cos’è la benedizione?
  • Giovani (e adulti) col Vescovo
  • Meditazioni dalla spiaggia

Dentro la storia della Salvezza – Cori Zona Pastorale

Domenica 8 dicembre i cori delle Parrocchie della Zona Pastorale “Sant’Andrea Apostolo” della Diocesi di Rimini (Parrocchia del Crocifisso, Parrocchia di San Gaudenzo, Parrocchia di San Raffaele) hanno proposto una veglia musicale nella chiesa di San Raffaele sulla storia della Salvezza. Questa è la registrazione integrale.

NOI del Crocifisso | Dicembre 2019

“NOI del Crocifisso” – Giornalino della Parrocchia del Crocifisso
Numero 17 – Dicembre 2019 (Anno Pastorale 2019-2020)

Leggi il giornalino

In questo numero:

  • Una luce gentile
  • Imparare da loro
  • Vengo anch’io… sì, tu sì!
  • Una domenica in parrocchia
  • Inno natalizio
  • Calendario del Tempo di Natale

NOI del Crocifisso | Novembre 2019

“NOI del Crocifisso” – Giornalino della Parrocchia del Crocifisso
Numero 16 – Novembre 2019 (Anno Pastorale 2019-2020)

Leggi il giornalino

In questo numero:

  • Non siamo soli
  • Cari ragazzi
  • Mistagogia e Misteri
  • I frutti di un’assemblea rinnovata
  • Un dono per Gesù
  • I cucinieri del Crocifisso

NOI del Crocifisso | Ottobre 2019

“NOI del Crocifisso” – Giornalino della Parrocchia del Crocifisso
Ottobre 2019 (Anno Pastorale 2019-2020)

Leggi il giornalino

In questo numero:

  • L’appetito vien mangiando
  • Un’estate con tobia
  • Ascoltando il prossimo
  • La parrocchia siamo noi – calendario parrocchiale
  • Marco, nuovo accolito