Omelia e Saluto dalla Messa del 20 giugno

Proponiamo l’omelia e il messaggio di saluto di don Eugenio nella Messa celebrata sabato 20 giugno alle ore 18.00

Omelia

Messaggio di Saluto

Un saluto a don Eugenio!

Il video con i saluti a don Eugenio da parte della nostra comunità, proiettato sabato 20 giugno dopo la S.Messa.

Si ringraziano tutti i partecipanti e Lorenzo Tufano per il montaggio!

 

Messaggio di saluto da parte dell’Azione Cattolica della parrocchia, letto alla fine della Messa di saluto di Sabato 20 giugno.

Rimini, 20 giugno 2020

Caro don Eugenio,
con la mia voce ti porto il saluto di tutti i bambini, ragazzi, giovani, adulti, genitori, educatori e responsabili dell’Azione Cattolica della nostra parrocchia.

Innanzitutto: grazie. Grazie perché in questi cinque anni hai camminato con noi, di fianco a noi, davanti a noi, alla nostra comunità.

Quando una persona cammina, lascia un’impronta, una traccia di sentiero. E se più tempo batte un percorso, più profonda e nitida sarà la traccia.

E quali tracce ci lascia don Eugenio? Proviamo ad individuarne alcune.

Essere presente.

La prima differenza “evidente” di una persona la fa la disponibilità. Esserci o no, fa la differenza. Ti ringraziamo perché ci sei stato, anche nei momenti in cui eri a Roma per studiare. Campeggi estivi, programmazioni, incontri, chiacchierate in parrocchia, due parole nel tuo studio,…

Ascolto e cura.

Quando le persone si sentono ascoltate, si sentono accolte. E ciò contribuisce a quel senso di cura che noi laici cerchiamo nella figura del sacerdote. Almeno noi laici di AC cerchiamo. Non il sacerdote manager ma il sacerdote pastore che “conosce le sue pecore e le sue pecore conoscono lui”. Anche se il pastore a cui si riferisce il brano evangelico è, non te ne voglia male, sicuramente più buono di te.

Una fede autentica, generosa e creativa.

Non è semplice dare prova della propria fede, perché sappiamo tutti che non è più grande di un granello di senape. Ma è grande abbastanza perché si possa vedere incarnata nel tuo essere sacerdote, padre e fratello maggiore spirituale.
Generosità, creatività, operatività e anche tanta simpatia sono sicuramente aspetti che hanno caratterizzato il tuo ministero in questi anni. Continua a custodirli sempre!

 

E ora che sarai di là, ad un paio di km dalla nostra parrocchia, non ti libererai facilmente di noi. Suona come una minaccia, ma tanto sai che ci piace fare delle cose con San Raffaele (eh sì che loro sono bravi!). E ora che ci sei tu di là al capo della baracca, ci piacerà ancora di più!

Allora, per citare il mitico Bilo di cui prenderai il posto, “stai sereno!”… Ma non perché sarà semplice, ma perché siamo sicuri che il Signore è con te e ti custodisce nel tuo ministero.

Siccome questo non è un addio, ti salutiamo con un meno solenne “arrivederci signor parroco!”

Tutta l’Azione Cattolica del Crocifisso

Cinque anni al Crocifisso!

Abbiamo intervistato qualche settimana fa il nostro ormai ex “viceparroco” insieme a don Renato.

Un bilancio di questi cinque anni al Crocifisso di don Eugenio, ormai parroco nella vicina parrocchia di San Raffalele, alcuni aneddoti e sfide per il futuro.

Un’intervista doppia tutta da guardare!

 

Crocifisso su IcaroTV

Conclusione streaming della fase 1

Si conclude con questa domenica l’appuntamento domenicale che dall’8 marzo accompagna la nostra parrocchia e la parrocchia di San Raffaele con la Santa Messa in streaming nella fase 1 della pandemia.
 
Con questo breve video vogliamo ripercorrere questo tempo dove sono cambiate tante cose nella nostra vita comunitaria e che da domani cambiano ancora.
 
Ringraziamo i nostri sacerdoti don Renato, don Giuseppe e don Eugenio e anche i diaconi Roberto e Luigi che hanno deciso di continuare a celebrare, pur senza i fedeli in chiesa, ma nei loro soggiorni, la S. Messa e i momenti della Settimana Santa.
E anche chi ha curato la parte tecnica della “messa in onda”.
 
Almeno due cose abbiamo imparato:
-camminare e pregare insieme tra le nostre comunità si può ed è cosa buona, come ci chiede il nostro Vescovo, verso la Zona Pastorale.
– la famiglia è la vera Chiesa domestica, dove si vive come primo posto l’essere cristiani
(e che si può sorridere durante la Messa… come ci dimostra il video)
 
Speriamo di non perdere questi insegnamenti con la fase 2 e le altre fasi che verranno…
Anzi, come diceva don Renato, usando una metafora attualissima: cerchiamo di tornare alla “fase 1” della fede, quella dove si contagiano le altre persone (non con il virus, che chiaramente dovremo continuare a combattere con responsabilità).
 
 Filippo P.

Cari Nonni – Giornalino durante la pandemia

Durante il LockDown imposto dal Covid-19 abbiamo proposto il giornalino straordinario “Cari Nonni”, settimanale per essere vicini agli anziani senza internet.

“Vi invitiamo a farlo girare anche sulle chat perché chiunque ha in casa una stampante (anche in bianco/nero va bene) possa farne una copia da mettere nella cassetta della posta, o sotto la porta di una persona vicina di casa anziana che non usa internet per essere vicini a queste persone a nome della parrocchia”.

 

Scarica qui i numeri:

Cari Nonni numero 1 – Sabato 18/04/2020

Cari Nonni numero 2 – Sabato 25/04

Cari Nonni numero 3 – Sabato 2/05

Cari Nonni numero 4 – Sabato 9/05

Cari Nonni numero 5 – Sabato 16/05

Auguri Berto!

Ieri, lunedì 4 maggio, era il compleanno del mitico Berto.

Sagrestano e campanaro di lunga data, non è dato conoscere quale sia il suo vero nome e la sua età, però fatto sta che è il parrocchiano più popolare e conosciuto nella nostra comunità!

Grazie Berto e auguri!

Saluti dal Campanile

Oggi vi portiamo in cima al campanile le nostre campane avevano “tirato troppo la corda”
Abbiamo cambiato le corde alle 3 campane: l’usura della corda ci aveva lasciato martedì scorso una sola campana “suonante”. 75 metri di corda in totale.
Sono tutte e tre pronte a suonare di nuovo!
La, Mi, Sol: le note delle tre campane rispettivamente della piccola (lato nord), grande (centrale), media (lato sud)